Benessere e bellezza secondo natura

4 incontri stagionali con il dottore e la nostra direttrice didattica per vivere in armonia con la natura.

 

E’ arrivato il momento di guardare al benessere e alla bellezza da un nuovo punto di vista.

La bellezza e il benessere intesi in senso universale.

Le leggi universali della bellezza e del benessere non sono leggi fisiche espresse in numeri. Quando ci emozioniamo di fronte a un tramonto non potremmo mai descriverlo in tabella di colori, chilometri di distanza dagli occhi, ettari di terreno occupati dal campo visivo..sarebbe il modo migliore per distruggere la bellezza di quello che vediamo.

Il tramonto possiamo descriverlo in metafore, emozioni, simboli. Tutto quello che ha a che fare con la bellezza della natura che ci circonda non può essere espresso se non attraverso simboli astratti.

Questo vale anche per la bellezza e il benessere umani, l’uomo è natura, ed è parte integrante della natura che lo circonda non è staccato, se osserviamo bene le leggi universali della natura, le interpretiamo e  ce ne riappropriamo torneremo a far parte integrante di quella bellezza, sentiremo che quello che facciamo alla natura lo facciamo a noi stessi, e il benessere che deriva dalla questa ricerca sarà di tutti.

Cominciamo il nostro percorso di avvicinamento alle energie cosmiche della bellezza attraverso la simbologia delle feste religiose, degli equinozi e solstizi e del respiro della terra

Per farlo, dobbiamo innanzi tutto rielaborarne il concetto e recuperare il rapporto corpo-uomo-cosmo.

Rughe che rispecchiano fedeli il tempo che passa e lascia spazio allo sguardo intenso, saggio, di chi la vita la conosce.

Soprattutto vogliamo riscoprire la consapevolezza di essere belli, e stare bene insieme agli altri, nella società, capaci di relazionarci senza timore.

Il benessere arriverà dal cibo che nutre l’anima, dalla rinnovata consapevolezza nelle relazioni, dal sole, dalla luna, dal respiro, dal tempo dedicato, da nuovi stimoli nel lavoro.

Ripartiamo da quell’immenso patrimonio di sapere antico che va dalle medicine orientali, passando per i miti greci, le feste religiose di origine pagana, fino alle discipline del primo ‘900 come l’antroposofia e reinterpretiamolo per un bene così alto come il benessere e la bellezza a 360 gradi.

Un percorso lungo un anno solare, da intraprendere in qualsiasi momento, a qualsiasi età.

Con Agnese Da Prato, direttrice didattica di weltic

Entreremo nel mondo del Sole e con lui nasceremo nel solstizio d’inverno, cresceremo, ci entusiasmeremo con l’equinozio in primavera, saremo adulti e fieri con il solstizio d’estate. 

Cominceremo ad assaporare la saggezza profonda con l’equinozio in autunno fino alla sperimentazione della morte in inverno, dalla quale avremo la nuova rinascita.

La simbologia delle feste dell’anno e i miti ci indicheranno la strada per scoprire la dea o il dio che è in noi, per esprimerlo e vivere la vita come un mito.

Ci accompagnerà nel percorso l’amica luna con le 13 lunazioni, ci indicherà il momento propizio per purificare l’organismo e liberare la mente, ci indicherà il cammino per assorbire le energie della terra, delle piante, degli integratori, delle creme e pozioni di bellezza.

Con il nostro medico agopuntore, omeopata di fiducia.

Entreremo nel mondo delle stagioni che come insegna l’antica medicina cinese, ci aiuteranno a purificare e mantenere forti i nostri organi, i visceri, il sangue, le ossa, i muscoli, la pelle ma non solo, ci indicheranno il carattere, come trovare i nostri talenti.

Ci insegneranno a sopire la rabbia, ad aprirci alla gioia, a capire la malinconia, affrontare le paure.

I ritmi della natura e le piante ci diranno come preservare le energie in inverno, come sbocciare in piena bellezza a primavera, come arrivare in estete pronti per la prova costume, come vivere senza traumi il rientro al lavoro, come goderci il buio e il freddo invernale, come affrontare la nutrizione secondo la stagione che si avvicina.

Il dottore ci aiuterà ad orientarci nel mondo delle  preparazioni alchemiche, omeopatiche, creme fatte come natura comanda, aromaterapia, attività fisica,  passeggiate all’aria aperta, nutrizione.

Affronteremo gli argomenti in modo distinto e poi li snoderemo in un percorso di bellezza diviso in quattro stagioni.

4 incontri unici, irripetibili, uno per ogni stagione.

Le leggi universali della bellezza non sono leggi fisiche espresse in numeri. Quando ci emozioniamo di fronte a un tramonto non potremmo mai descriverlo in tabella di colori, chilometri di distanza dagli occhi, ettari di terreno occupati dal campo visivo..sarebbe il modo migliore per distruggere la bellezza di quello che vediamo.

Il tramonto possiamo descriverlo in metafore, emozioni, simboli. Tutto quello che ha a che fare con la bellezza della natura che ci circonda non può essere espresso se non attraverso simboli astratti.

Questo vale anche per la bellezza umana, l’uomo è natura, ed è parte integrante della natura che lo circonda non è staccato, se osserviamo bene le leggi universali della natura, le interpretiamo e ce ne riappropriamo torneremo a far parte integrante di quella bellezza, sentiremo che quello che facciamo alla natura lo facciamo a noi stessi, e la bellezza che deriva dalla questa ricerca sarà di tutti.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: